Con “Che Bolle” l’autunno sul Lago Maggiore diventa frizzante

Con “Che Bolle” l’autunno sul Lago Maggiore diventa frizzante

Pensi all’autunno e subito ti vengono in mente il foliage, le castagnate, i funghi…Qualcuno potrebbe anche dire, con un po’ di malinconia, che questa stagione è sinonimo di temperature che iniziano a calare..ma sul Lago Maggiore, non è solo l’aria a farsi frizzante, bensì un intero weekend. Eh sì, perché dal 23 al 25 Ottobre dalle 13:00 alle 22:00, l’appuntamento per tutti è al Joy Coffee & Green di Castelletto Ticino con una nuova edizione di “Che bolle”, l’evento enogastronomico del Lago Maggiore, che riunisce l’eccellenza della produzione vinicola italiana. Location uniche e prestigiose accolgono, infatti, produttori provenienti da ogni regione: il prossimo fine settimana saranno presenti numerose cantine, un centinaio circa le etichette esposte. Ma non solo! Accompagnano la degustazione dei vini, 8 prodotti DOP e 10 aziende di servizi del settore Horeca, per un’esperienza a 360°.

Siete curiosi e volete scoprire qualcosa in più?

Iniziamo dalla storia e torniamo indietro di qualche anno per scoprire così che l’evento è relativamente giovane. La manifestazione vede la luce per la prima volta nel giugno 2019 grazie all’intuizione di Silvio Bruni, suo ideatore e fondatore, nonché grande appassionato di vino, ça va sans dire.

Ad ospitare l’evento il meraviglioso Palazzo Penotti Ubertini nella cornice del Lago d’Orta, e non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro, se non che il nome “Che bolle” deriva dal fatto che inizialmente erano presenti solamente produttori di bollicine. Il successo dei primi eventi e l’ottimo riscontro da parte del pubblico, ha spinto gli organizzatori a estendere la partecipazione a tutti i produttori di vino, con l’intento di creare non solo un punto d’incontro diretto con il consumatore finale, ma anche l’opportunità per gli espositori di fare rete tra loro, creando sinergie finalizzate alla promozione dei propri prodotti e territori. Territori che oltre a darci frutti così prelibati, oggi più che mai fungono da volano per la ripartenza del nostro Paese, che in quanto a bellezze paesaggistiche e artistiche non è secondo a nessuno.

Ecco perché “Che bolle” sta diventando sempre più una manifestazione a tutto tondo, ospitando anche convegni e incontri B2B, e fin dalla sua nascita si è contraddistinta per il suo essere itinerante, facendoci scoprire ogni volta luoghi meravigliosi e aprendo le porte di posti che magari difficilmente avremmo visitato..Basti pensare che i prossimi eventi si terranno presso il convento dei Neveri a Bariano e a Villa Porro Pirelli di Varese.

L’evento prosegue nella giornata di lunedì 25 ottobre con incontri dedicati agli “addetti ai lavori”, quindi con l’accesso esclusivo alle aziende del settore Horeca per conoscere meglio l’offerta ed eventualmente sviluppare opportunità di business con i produttori.

Se voi non fate parte di questo gruppo e non siete esperti in materia, ma dei semplici estimatori di vino, non perdete l’occasione di partecipare alle degustazioni guidate con Riccardo Milan ed Ermanno Mino, e chissà che non rappresenti il primo passo verso una conoscenza più approfondita di questo mondo.

Il costo dei biglietti per i visitatori è di € 20,00 a persona, per maggiori informazioni e sulle modalità di acquisto dei biglietti, potete visitare il sito www.chebolle.it oppure contattare direttamente Silvio Bruni al numero +39 393 8855733.

Io non vedo l’ora di incontrarvi a Castelletto con un bel calice in mano, nel frattempo però, colgo l’occasione per fare un brindisi virtuale a questa bella iniziativa e alla ripartenza: CIN!!

 

Che Bolle – Catelletto Ticino

No Comments

Post A Comment

You don't have permission to register